23 novembre 2017

Ouvéa (in iaai: Iaai, in faga uvea: Uvea, in corso: Ovea) è un’isola dell’Oceano Pacifico, la più settentrionale dell’arcipelago delle isole della Lealtà, a nordest della Granterra in Nuova Caledonia. Il territorio comunale di Ouvéa, il cui centro amministrativo e demografico è Fayaouté, comprende l’omonima isola-atollo e le isole minori di Moulie Favaia. Le lingue native di Ouvéa sono l’iiai (lingua kanak) e il faga uvea (appartenente all’unico gruppo etno-linguistico polinesiano della Nuova Caledonia, gli uveani occidentali). Ad Ouvéa (specialmente nell’omonima isola) è presente una notevole presenza di flora e fauna marina. Esempi ne sono il corallo, i pesci, le tartarughe, crostacei (come il granchio del cocco). Dal 1977 Ouvéa è una roccaforte indipendentista.

/

29 settembre 2017

È situata a circa 1.500 km a est della costa australiana, nella zona sud-occidentale dell’Oceano Pacifico.

Nel 2010 si stima che la popolazione abbia raggiunto i 253.743 abitanti. Buona parte di essi abita nel capoluogo NumeaI principali gruppi etnici sono due: quello melanesiano, 45,1% della popolazione, e quello europeo, i cosiddetti Caldoche, 34,1%. Esistono altre minoranze tra cui quella polinesiana, 11,6% e quella indonesiana, 2,5%.

 

La lingua ufficiale della collettività è il francese. Insieme a quest’ultimo vengono tutelate altre lingue a livello regionale, che sono:

  • Le varie lingue dei kanak, popolo melanesiano afferente all’area austronesiana, che vengono divise in quattro gruppi: lingue settentrionali (nyelâyu, kumak, caac, yuaga, jawe, nemi, fwâi, pije, pwaamèi, pwapwâ, dialetti della regione Voh-Koné), lingue centrali (cèmuhî, paicî, ajië, arhâ, arhö, orowe, neku, sîchë, tîrî, xârâcùù, xârâgùrè), lingue meridionali (nââ drubéa, nââ numèè) e lingue delle Isole della Lealtà (nengone, drehu, iaai).
  • Il faga uvea, o uveano occidentale, unica lingua neocaledone appartenente alla famiglia polinesiana, parlata sull’isola di Ouvéa. Il nome uveano occidentale nasce in contrapposizione all’uveano orientale parlato sull’isola di Wallis, chiamata in lingua nativa ‛Uvea.
  • Il corso, un idioma appartenente all’area italo-romanza della famiglia delle lingue indoeuropee, parlato principalmente nel comune di Farino dai discendenti dei coloni provenienti dal comune di Farinole, in Corsica.
24 settembre 2017