14 dicembre 2017

Kangerlussuaq (Søndre Strømfjord in danese, Kangerdlugssuaq prima della riforma ortografica del 1973), che in Kalaallisut vuol dire il grande fiordo, è un piccolo villaggio della Groenlandia di 509 abitanti (gennaio 2005). Si trova nel comune di Qeqqata; è situata all’interno di un fiordo di 100km (dove sfocia il fiume Watson), km, il Søndre Strømfjord. È stata fondata nel 1941, ma quando la Danimarca fu invasa dalla Germania nella Seconda guerra mondiale agli Stati Uniti fu concessa l’amministrazione della Groenlandia e Kangerlussuaq fu trasformata in una potente base militare; ancora oggi la cittadina ha uno dei migliori aeroporti dell’isola. Nel 1950 i Danesi recuperarono il controllo della zona, ma a causa della Guerra Fredda gli Americani nel 1951 ricevettero nuovamente il permesso per l’amministrazione del villaggio; dopo la caduta dell’URSS l’importanza della base andò scemando, finché il 30 settembre 1992 l’ultimo soldato americano lasciò Kangerlussuaq. Oggi il paese riceve voli giornalieri da Copenaghen ed è una meta turistica molto ambita in Groenlandia, per la facilità con cui è raggiunta e per la sua fauna selvatica.

28 ottobre 2017

Kulusuk (o Kap Dan) è un piccolo villaggio della Groenlandia di 400 abitanti. Si trova su una piccola isoletta nel comune di Sermersooq, a quaranta minuti di camminata dall’aeroporto. L’attività principale è la caccia tradizionale, ma è anche molto praticato il turismo: il paese infatti è il ponte di collegamento tra Reykjavik e Tasiilaq, ma dall’Islanda i turisti fanno anche brevi soggiorni nella stessa Kulusuk. Nei pressi si trovano il muro della caccia su cui fare hiking, un lago di montagna e il ghiacciaio di Apusiajik. Kulusuk è raggiungibile da molti voli da Reykjavik e da elicotteri da Tasiilaq, da cui se si è fortunati può arrivare anche un traghetto settimanale.